È un mondo di camionisti
24 luglio 2017
Dopo 25 anni di attesa è facile rimanere delusi. Ho visto (per la seconda volta) solo le prime due puntate della nuova stagione di Twin Peaks e tutte e due le volte è stata una lotta contro il sonno.
¡David, me cala la palpebra! 

A ravvivare un po' questo season 3 ci pensiamo io e Simo Früh, scortate dall'obiettivo di Arianna Angeloni: in un afosissimo pomeriggio a Villa Braila vestiamo i panni di Donna Hayward e Laura Palmer (da viva), mentre "si divertono" ad un picnic in autostrada, tra balletti scoordinati e gesto dell'ombrello. 



Nonostante il caldo allucinante peggiorato dalla flanella, troviamo il modo di parlare di David Lynch e ne viene fuori una complessiva sensazione di noia e delusione.
David ha esagerato un po' in tutto: troppo, troppo, troppo lento; scene porno-soft non richieste e un po' di sessismo a pioggia, si aggrappa disperatamente all'ironia dei personaggi (tipo a una Lucy Moran ancora più svampita) perché non riesce a crearne una nuova, mescola horror-movie anni '90 con un agente Cooper lampadato e travestito da Renegade.... Non lo so David, noi siamo scettiche. Non dico che non lo guardo più, ma sto facendo fatica eh!
Usando le parole di David Foster Wallace nel suo celebre articolo dedicato a te: "It's hard to tell whether the director's a genius or an idiot".
Ovviamente noi tifiamo per IDIOT! 


All Pics by Arianna Angeloni © 
Models: Clotes & SimoFruh
Outfit: Laura's gilet Pine; Donna's full skirt Diane